lunedì, Aprile 22, 2024
HomeAttualitàVittorio Cecchi Gori: ricoverato d'urgenza in terapia intensiva. Ma che cosa è...

Vittorio Cecchi Gori: ricoverato d’urgenza in terapia intensiva. Ma che cosa è successo? Ecco le indiscrezioni!

Il 14 febbraio 2024, durante la trasmissione Storie Italiane su Rai 1, si è diffusa la notizia del ricovero in terapia intensiva di Vittorio Cecchi Gori, celebre produttore cinematografico, avvenuto al Policlinico Gemelli di Roma. L’annuncio è stato dato da Angelo Perrone, suo amico e press agent di Rita Rusic, il quale ha specificato che Cecchi Gori era stato ingresato all’inizio della settimana per sottoporsi a controlli di routine.

Tuttavia, durante la notte tra lunedì e martedì, l’imprenditore ha subito una grave crisi respiratoria che ne ha reso necessario il trasferimento in terapia intensiva. Questo improvviso deterioramento delle sue condizioni di salute ha destato preoccupazione tra i suoi affetti, amici e gli appassionati del cinema italiano.

Il suo stato di salute è oggetto di costante monitoraggio e speranza per un recupero rapido e completo. La notizia ha suscitato un’ondata di solidarietà e sostegno da parte del mondo del cinema e non solo, mentre tutti si uniscono nel desiderio di una pronta guarigione per il famoso produttore italiano. Siamo curiosi di apprendere quale sia stata la causa di questo episodio e come si trovi attualmente.

Il ricovero d’urgenza di Vittorio Cecchi Gori

Sino ad ora, non sono state rilasciate informazioni ufficiali dal Policlinico Gemelli riguardo allo stato di salute di Vittorio Cecchi Gori. Tuttavia, Angelo Perrone, un caro amico e collaboratore di Cecchi Gori, ha recentemente fornito dettagli inerenti alle circostanze che hanno portato al suo ricovero in terapia intensiva durante la trasmissione del programma “Storie Italiane”.

Durante il fine settimana precedente, Rita Rusic, ex partner di Cecchi Gori, aveva contattato il professor Landi a causa dei disturbi che l’imprenditore stava sperimentando. Tra questi, si annoveravano battiti cardiaci anormalmente bassi. Di conseguenza, era stato programmato un ricovero ospedaliero per consentire l’esecuzione di accertamenti medici il lunedì successivo.

Tuttavia, fortunatamente, Cecchi Gori si trovava già in ospedale, poiché tra la notte di lunedì e la mattina di martedì ha subito una grave crisi respiratoria che ha reso inevitabile il suo trasferimento immediato in terapia intensiva.

Nel 2017 ebbe un’ischemia

Nel corso del 2017, Vittorio Cecchi Gori affrontò una terribile lotta contro un’ischemia cerebrale che lo costrinse a rimanere a lungo ricoverato presso il Policlinico Gemelli. In quel momento difficile, l’ex moglie Rita Rusic fu il suo principale punto di sostegno. Come dichiarò lei stessa durante una puntata di Verissimo nel dicembre dello stesso anno: “Ci siamo riavvicinati perché era in coma e non aveva nessuno”.

Questo avvenimento segnò una svolta nei loro rapporti, apparentemente ritrovando una maggiore serenità. Rusic descrisse il nuovo loro rapporto in termini di cordialità e affetto. “Ora ci vediamo di tanto in tanto perché abbiamo dei figli in comune, è normale, ma mi chiama ogni sera. È come se fossimo parenti, c’è cordialità tra noi”.

Successivamente, nel 2019, Cecchi Gori dovette subire un’operazione d’urgenza a causa di un’appendicite acuta con peritonite, mettendo in luce ulteriori complicazioni nella sua salute. Poi, nel gennaio del 2022, il produttore cinematografico fu nuovamente ricoverato presso il Policlinico Gemelli di Roma a causa di complicazioni polmonari causate dal Covid-19. Va anche sottolineato che Cecchi Gori era già agli arresti domiciliari per scontare la sua condanna per bancarotta fraudolenta. Questa era collegata al fallimento della sua casa di produzione cinematografica Safin.

I PIU' RECENTI

Most Popular