lunedì, Luglio 15, 2024
HomeCronacaSi ribalta con il kayak: 54enne muore in Alto Adige

Si ribalta con il kayak: 54enne muore in Alto Adige

Una terribile tragedia si è consumata ieri sera, precisamente il 23 maggio, nei pressi del pittoresco villaggio di Campo Tures. Un uomo si è ribaltato con il Kayak! Mentre un gruppo di amici provenienti dalla regione del Veneto partecipava a un’escursione collettiva, l’orrore ha improvvisamente gettato tutti nello sconcerto. Il corpo di uno degli escursionisti è stato trascinato via dalle potenti correnti d’acqua, rendendo estremamente arduo ogni tentativo di salvataggio.

La terribile tragedia con il kayak in Alto Adige

Quello che doveva essere una serena giornata trascorsa all’aperto si è trasformato in un drammatico evento che ha scosso profondamente tutti i presenti. Gli amici, ancora sotto shock per l’accaduto, non hanno potuto fare altro che assistere impotenti alla tragica scena che si svolgeva di fronte ai loro occhi. Le violente correnti fluviali hanno spinto il corpo del malcapitato escursionista lontano dalla loro portata insieme al suo kayak, complicando notevolmente ogni tentativo di recupero.

La lotta contro il tempo e la potenza dell’acqua ha reso l’intervento di salvataggio un’impresa estremamente complessa. I soccorritori hanno affrontato enormi difficoltà nel tentativo di raggiungere la vittima e portarla in salvo. La situazione drammatica si è protratta per un tempo indefinito, alimentando la tensione e l’angoscia tra coloro che assistevano impotenti alla tragedia che si svolgeva sulle acque impetuose.

Questo tragico episodio ha gettato un’ombra di tristezza e disperazione su questa pacifica località, lasciando una comunità intera sotto shock per la perdita di un uomo che, fino a quel fatidico momento, stava condividendo momenti di gioia e spensieratezza con i suoi cari. Le autorità locali stanno conducendo un’indagine approfondita per comprendere le cause e le circostanze di questa tragedia, al fine di evitare futuri incidenti simili e garantire la sicurezza dei residenti e dei visitatori.

La vittima e l’intervento dei vigili del fuoco

La vittima, un cinquantaquattrenne originario del Veneziano, ma residente a San Candido, si è rovesciata nelle impetuose acque del torrente mentre si trovava in compagnia di alcuni amici.

La comitiva aveva intrapreso l’avventurosa discesa lungo il fiume, partendo dalla località Gisse. Tuttavia, la situazione si è rapidamente trasformata in tragedia quando l’uomo è stato sbalzato violentemente dal suo kayak mentre si trovava a Campo Tures, un paese poco a nord di Brunico.

Le forti correnti hanno trascinato l’uomo in un vortice inarrestabile e, nonostante i coraggiosi tentativi di salvataggio da parte dei suoi compagni, che hanno lanciato corde per cercare di afferrarlo, ogni sforzo si è rivelato vano.

La scena dell’incidente è stata immediatamente presa d’assalto dai vigili del fuoco, che hanno risposto alla chiamata di emergenza. Dopo una rapida e intensa operazione di recupero, il corpo dell’uomo è stato estratto dalle acque torrenziali e affidato alle cure del medico d’urgenza presente sul posto. Purtroppo, ogni tentativo di rianimazione è stato inutile, e il medico non ha potuto far altro che constatarne il decesso per annegamento.

Nel corso delle operazioni di soccorso, sono intervenuti numerosi enti e organizzazioni. Il personale del soccorso fluviale di Brunico, supportato dalla Croce Bianca, ha collaborato attivamente con l’elisoccorso dell’Aiut Alpin, per cercare di offrire qualsiasi forma di assistenza possibile. Anche i vigili del fuoco volontari del circondario si sono mobilitati per partecipare all’operazione di salvataggio.

Questo tragico episodio getta una luce sinistra sul pericolo che può nascondersi nelle acque impetuose dei torrenti di montagna. Le autorità competenti stanno attualmente indagando sull’incidente per comprendere le cause esatte e valutare eventuali misure di sicurezza aggiuntive per evitare futuri incidenti simili

I PIU' RECENTI

Most Popular