giovedì, Aprile 25, 2024
HomeAttualitàShiva: la toccante lettera dal carcere al figlio!

Shiva: la toccante lettera dal carcere al figlio!

Il rapper Shiva, nonostante l’emozione travolgente del giorno in cui suo figlio Draco è venuto al mondo, si è trovato ad affrontare una tristezza profonda. Questa è l dichiarazione che apre la lettera che Shiva ha scritto al suo bambino nato il 25 novembre. Purtroppo, il giovane di 24 anni non è stato in grado di assistere alla nascita di Draco poiché si trova detenuto in carcere dal mese di ottobre, accusato di tentato omicidio. Nel corso dei giorni scorsi, i suoi avvocati hanno fatto richiesta per la revoca dell’ordinanza restrittiva, ma purtroppo la richiesta è stata respinta. Pertanto, il rapper ha dovuto fare i conti con la perdita del giorno più importante della sua vita: la nascita di suo figlio.

Le parole che escono dal cuore del cantante

il cantante celebre che ha deciso di condividere una lettera commovente sul suo account Instagram. In questa lettera, Shiva esprime un profondo dispiacere per non essere stato presente alla nascita di suo figlio Draco, avvenuta il 25 novembre 2023. Il cantante ha scoperto solo in seguito dei festeggiamenti organizzati per sottolineare l’arrivo del neonato.

Shiva confessa che ha sperato fino all’ultimo istante di essere presente, ma gli eventi si sono svolti in modo diverso da quanto previsto. Non può perdonarsi per questa mancanza, ma promette di rimediare con tutto l’amore che ha da offrire. Queste parole commoventi dimostrano l’immenso coinvolgimento ed emozione che Shiva nutre per l’arrivo di suo figlio.

La lettera è stata inoltre condivisa da Laura Maisano, la fidanzata di Shiva e madre di Draco. Questo atto simbolico sottolinea la solidità della loro relazione e il sostegno reciproco in questo momento difficile. È chiaramente evidente che sia Shiva che Laura siano determinati a fare tutto il possibile per garantire il benessere e l’amore al piccolo Draco.

Shiva: la verifica dei fatti sulle accuse di tentato omicidio

Nell’ottobre dello scorso anno, il noto rapper Shiva è stato coinvolto in un’incriminazione grave. Gli è stata imputata la sparatoria nei confronti di due individui, avvenuta all’11 luglio, al di fuori della sua casa discografica. Secondo la ricostruzione degli eventi, una lite iniziale è sfociata prima in una rissa e successivamente in un attacco armato. Sembra che i due ragazzi, incappucciati, si fossero appostati nel cortile della casa discografica con l’intenzione di aggredire il rapper e i suoi collaboratori.

Le prove raccolte contro Shiva includono un video in cui si può chiaramente osservare il rapper impugnare un’arma e sparare contro i due ragazzi incappucciati. È su questa base che l’accusa di tentato omicidio è stata avanzata. Tuttavia, è importante sottolineare che al momento il rapper è ancora in detenzione in attesa dell’avvio del processo.

L’accusa ha suscitato una forte reazione da parte dell’amico e collega rapper, Emis Killa, che ha prontamente difeso Shiva attraverso un post su Instagram. Emis Killa ha sottolineato il fatto di non essere coinvolto in faide alle quali non è direttamente legato e ha espresso il suo disappunto per il fatto che un giovane talento come Shiva sia finito nelle mani dello Stato. Ha anche condannato coloro che si rallegrano delle disgrazie altrui, sottolineando che quel tipo di atteggiamento non appartiene al genere umano decente.

Al momento, il futuro di Shiva resta incerto, poiché dipenderà dall’esito del processo. Sarà solo dopo questa fase che sarà possibile stabilire definitivamente la sua responsabilità o innocenza.

I PIU' RECENTI

Most Popular