Scuola, ancora caos al rione Casale di Brindisi: traffico in tilt nonostante il tavolo in Prefettura

di Redazione

BRINDSI – Ingorghi in citta e fiumana di ragazzi che “occupano” le strade, passando da destra a sinistra senza curarsi delle vetture.

Ancora caos nel rione Casale di Brindisi, dunque, a poche settimane dal tavolo in Prefettura, proprio per decongestionare il traffico nelle ore di entrata ed uscita delle scuole. Le foto inviateci da un nostro lettore immortalano perfettamente la situazione nel quartiere Casale di Brindisi, precisamente in via Napoli, davanti alla sede ASL, attorno alle ore 13:00 di oggi (6 novembre). Auto letteralmente imbottigliate nel traffico per 15-20 minuti, “grazie all’assenza di controlli”, denuncia un automobilista. “Autobus che si intralciando a vicenda nei pressi degli incroci e rondò – continua il cittadino – ed impediscono il transito agli altri veicoli.

Inoltre, a completare l’incresciosa situazione, diversi ragazzi si divertono a giocare in mezzo alla strada, passando da destra a sinistra e da sinistra a destra, con l’intento, forse, proprio di bloccare il traffico”. Tale situazione è stata già attenzionata dagli addetti ai lavori, a seguito proprio degli ingorghi all’uscita dalle scuole presenti nel quartiere Casale e di alcuni incidenti verificatisi in zona. Infatti, il 6 ottobre scorso, è stato costituito un tavolo tecnico il Prefettura, proprio per tentare di decongestionare il traffico nelle ore di ingresso e di uscita degli studenti dai propri istituti. Il Casale e la zona del Tribunale, dunque, hanno cambiato viabilità. Le aziende di trasporto pubblico hanno asserito che tale problematica era in fase di archiviazione, ma evidentemente così non è. Il traffico veicolare è anche aggravato dal frequente utilizzo di mezzi privati da parte di molti studenti e dal mancato rispetto delle norme del codice della strada da parte di alcuni automobilisti. Così, congiuntamente al Comune di Brindisi, è stato deciso di varare un nuovo piano di viabilità alternativo nelle aree interessate del rione Casale e nei pressi del Tribunale, proprio per decongestionare il traffico nelle ore di ingresso e uscita di studenti e docenti. Il monitoraggio dell’andamento del trasporto scolastico proseguirà con cadenza quindicinale.