martedì, Luglio 16, 2024
HomePoliticaPonte USA-Cina: discussioni "franche e produttive" tra i due Paesi in un...

Ponte USA-Cina: discussioni “franche e produttive” tra i due Paesi in un periodo di tensione diplomatica

Secondo le informazioni provenienti da Washington e Pechino, alti funzionari americani e cinesi hanno avuto “discussioni franche” e “produttive” lunedì in Cina, mentre i due paesi cercano di mantenere la comunicazione in mezzo a forti attriti.

Il dialogo tra USA e Cina

Funzionari di alto livello del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti e del Consiglio per la Sicurezza Nazionale si sono incontrati con funzionari cinesi a Pechino lunedì “come parte degli sforzi in corso per mantenere linee di comunicazione aperte e costruire sulle recenti diplomazie di alto livello tra i due paesi”, secondo una nota del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti.

Il viaggio dell’Assistente Segretario di Stato per gli Affari dell’Asia Orientale e del Pacifico Daniel Kritenbrink e della Direttrice Senior del NSC per gli Affari Cinesi e di Taiwan Sarah Beran nella capitale cinese avviene mentre l’amministrazione Biden cerca di gestire la sua complessa relazione con Pechino.

Ci sono state diverse interazioni mentre gli Stati Uniti cercano di ristabilire canali di comunicazione normali in mezzo alle tensioni in corso tra le due nazioni, tra cui due incidenti legati al militare nella scorsa settimana.

Secondo la nota del Dipartimento di Stato, Kritenbrink e Beran, accompagnati dall’Ambasciatore degli Stati Uniti in Cina Nicholas Burns, si sono incontrati con il Vice Ministro degli Esteri Esecutivo Ma Zhaoxu e il Direttore Generale del Dipartimento per gli Affari Nordamericani e Oceanici Yang Tao del Ministero degli Affari Esteri. Hanno anche “incontrato membri della comunità dell’Ambasciata degli Stati Uniti”. Il Ministero degli Esteri cinese ha dichiarato martedì che le due parti hanno avuto “comunicazioni franche, costruttive e produttive per migliorare le relazioni tra Cina e Stati Uniti” e “gestire adeguatamente le differenze” in linea con il consenso raggiunto dal leader cinese Xi Jinping e dal presidente degli Stati Uniti Joe Biden, che si sono incontrati a margine del G20 a Bali nel novembre scorso.

La questione Taiwan

La Cina ha anche chiarito la sua “posizione solenne” su Taiwan e altre importanti questioni di principio, secondo la sua versione degli incontri, che ha aggiunto che le due parti hanno concordato di continuare la comunicazione.

La democrazia autonoma di Taiwan è diventata una fonte chiave di tensione tra i due paesi. Il Partito Comunista al potere in Cina rivendica l’isola come propria, nonostante non l’abbia mai controllata e non abbia escluso l’uso della forza per conquistarla.

Sabato, il Segretario della Difesa degli Stati Uniti Lloyd Austin ha avvertito che un conflitto nello Stretto di Taiwan sarebbe “devastante” e influenzerebbe l’economia globale “in modi che non possiamo immaginare”, sottolineando nel contempo il sostegno degli Stati Uniti alla democrazia dell’isola e l’importanza della deterrenza.

Vedant Patel, vice portavoce del Dipartimento di Stato, ha dichiarato lunedì che altri temi bilaterali discussi nell’incontro di lunedì includevano il cambiamento climatico, le sostanze chimiche precursori provenienti dalla Cina utilizzate nella produzione del fentanyl, i diritti umani e i cittadini americani ingiustamente detenuti. Sono tre gli americani noti pubblicamente che sono detenuti ingiustamente in Cina: Mark Swidan, Kai Li e David Lin.

Patel non ha detto se l’incontro a Pechino ha portato a progressi per riprogrammare la visita del Segretario di Stato Antony Blinken nella capitale cinese, che è stata posticipata a seguito dell’incidente con un pallone spia all’inizio di quest’anno. Invece, Patel ha ribadito che il dipartimento spera di programmare il viaggio “quando le condizioni lo permettono”.

Gli ufficiali statunitensi hanno sottolineato il loro desiderio di mantenere canali di comunicazione aperti con la Cina come mezzo per evitare che la “relazione competitiva” sfoci in un conflitto. La Cina ha respinto un incontro formale tra il Segretario della Difesa Lloyd Austin e il Ministro della Difesa cinese Li Shangfu mentre entrambi si trovavano a Singapore, anche se i due ministri si sono stretti la mano e hanno “parlato brevemente”, ha dichiarato il Pentagono.

La comunicazione al centro dello scambio USA-Cina

“La cosa più pericolosa è non comunicare e, di conseguenza, avere un malinteso, una mancanza di comunicazione”, ha detto Blinken durante una conferenza stampa in Svezia la scorsa settimana dopo che gli Stati Uniti hanno affermato che un caccia cinese ha compiuto una manovra “in modo eccessivamente aggressivo” durante un’intercettazione di un aereo spia statunitense nello spazio aereo internazionale.

Domenica, gli Stati Uniti hanno accusato una nave da guerra cinese di tagliare la strada a una nave americana che stava partecipando a un’esercitazione con la marina canadese nello Stretto di Taiwan, costringendo la nave americana a rallentare per evitare una collisione. Il ministro della difesa cinese ha accusato gli Stati Uniti di “provocazione”.

John Kirby del Consiglio per la Sicurezza Nazionale degli Stati Uniti ha attribuito gli incidenti a un “livello crescente di aggressività” da parte dell’esercito cinese.

I PIU' RECENTI

Most Popular