Nessuno vuole le piscine comunali di Brindisi, asta ancora deserta

di Tommaso Lamarina

BRINDISI – Nessuna offerta pervenuta al Comune di Brindisi relativa alla vendita delle due piscine comunali. L’Ente ci riproverà, perchè urge far cassa. Il tutto rientra nella deliberazione del Consiglio Comunale del 12 luglio scorso, con la quale si è approvato il piano di alienazione degli immobili di proprietà del Comune per il triennio 2021/2023.

Il 16 dicembre 2021, il Dirigente Settore Gestione Patrimonio Immobiliare ha chiesto la predisposizione di un nuovo bando per la vendita delle piscine comunali (anche il precedente era andato deserto): quella di Sant’Elia e quella di contrada Messeriola. Il valore del primo immobile, sito in via Ligabue, è di 725mila euro, mentre quello del secondo è di 850mila euro.

L’avviso è rimasto in pubblicazione sull’Albo Pretorio e sul sito del Comune di Brindisi dal 30.12.2021 al 31.01.2022. Al termine dell’avviso pubblico (ore 13:00 del 31 gennaio), nessuna offerta è arrivata all’Ente.

Gli altri immobili comunali in vendita

Tra gli immobili in vendita di proprietà dell’Ente, ci sono anche: appartamento in piazza Matteotti/via Filomeno Consiglio (uso ex ufficio), dal valore di 195mila euro; garage in via Giulio Cesare 44/A (uso ex deposito/garage), dal valore di 4.450 euro; appartamento in via De’ Castaldo 16 (uso residenziale), dal valore di 55.474,65 euro; appartamento in via Campania 13 (uso residenziale), dal valore di 8.883,20 euro; appartamento in via Toscana 8 (uso residenziale), dal valore di 10.328,80 euro; appartamento in via Toscana 10 (uso residenziale), dal valore di 10.328,80 euro.