lunedì, Aprile 22, 2024
HomeAttualitàMichele Merlo non trova pace: nuovamente profanata la sua tomba!

Michele Merlo non trova pace: nuovamente profanata la sua tomba!

Michele Merlo, tristemente scomparso nel 2021, non rieesce a trovare pace, anche dopo la sua morte. La sua tomba, situata nel Cimitero Comunale di Rosà, è stata violata e diversi oggetti che erano stati collocati vicino alla sua lapide sono misteriosamente scomparsi.

Il giovane cantante, noto per la sua partecipazione ad Amici 2021, è deceduto dopo essere stato ricoverato in terapia intensiva all’Ospedale Maggiore di Bologna a seguito di un intervento chirurgico d’urgenza. Purtroppo, nonostante tutti gli sforzi, Michele non è riuscito a sopravvivere.

La sua prematura morte è stata causata da un’emorragia cerebrale derivante da una leucemia fulminante, un evento devastante che ha sconvolto i suoi fan e la sua famiglia. Nonostante i suoi tentativi di ricevere cure al Pronto Soccorso, la situazione del giovane cantante è peggiorata rapidamente fino alla sua tragica scomparsa il 6 giugno.

Oggi, la tomba di Michele Merlo è stata nuovamente vandalizzata, sollevando interrogativi su chi possa essere stato il responsabile di tali atti. E quale possa essere stato il motivo dietro a tali gesti crudeli. La sua memoria merita rispetto, e la sua famiglia e i suoi fan chiedono giustizia per Michele e per il suo riposo eterno.

Cos’è successo alla tomba di Michele Merlo

È già accaduto più volte che alcuni oggetti siano stati rubati dalla tomba di Michele Merlo, e questa volta non è stato diverso. Il libro dedicato a lui, intitolato Con il cuore tra le righe e scritto da Alice Porta, è stato portato via. Ancora peggio, è stato lasciato un insulto alla scrittrice, amica e fan del cantante.

La famiglia Merlo aveva deciso di devolvere i proventi del libro in beneficenza. Soprattutto per sostenere i progetti dell’Associazione Romantico Ribelle, creata in memoria di Michele e presieduta dai suoi genitori. Il gesto compiuto sulla tomba del giovane artista ha scatenato una forte polemica, lasciando tutti sconcertati.

Il comunicato sui social

Il comunicato dell’Associazione su social media recita: “Quello che è accaduto oggi sulla tomba di Michi è vergognoso. Non è la prima volta che gli oggetti vengono rubati o danneggiati. Ma sottrarre il libro di Alice Porta e lasciare un insulto è qualcosa di inaccettabile”.

Inoltre, si legge: “Il libro di Alice è un prezioso ricordo che abbiamo voluto per mantenere viva la memoria di Michele. Se qualcuno pensa che Alice debba vergognarsi per questo, allora pensa che anche noi dovremmo farlo”.

Il messaggio si conclude con un chiaro avvertimento: “Chiunque sia responsabile di questo gesto ignobile non è benvenuto né sulla tomba di Michele né su questa pagina. Vergognatevi!”.

I PIU' RECENTI

Most Popular