L’Happy Casa con roster più “Gentile” per l’upgrade, a Sassari incrocerà il fratello Stefano

di Tommaso Lamarina

BRINDISI – Appena svincolato e già sotto contratto con Brindisi: la telenovela Gentile-Happy Casa ha un lieto fine. Il giocatore ha firmato con i biancazzurri fino al termine della stagione. Già contro Sassari potrà scendere in campo per dare un mano alla sua nuova squadra.

Si è scritta la parola “fine” alla telenovela riguardante Alessandro Gentile e l’Happy Casa Brindisi. Il fuoriclasse campano, immediatamente svincolatosi dall’Openjobmetis Varese, ha raggiunto l’accordo con la società adriatica per un contratto fino al termine della stagione. La trattative è stata lampo.

Questa mattina (28 gennaio), presso la sala stampa del PalaPentassuglia, la società di Nando Marino ha indetto una conferenza stampa per fare il punto sulla situazione e presentare il nuovo acquisto, Alessandro Gentile. La guardia/ala di Maddaloni, che indosserà la canotta numero 5, è nata e cresciuta in una famiglia di cestisti. Nel corso della sua carriera, Gentile ha conquistato titoli nazionali in Italia e in Europa: due scudetti con l’Olimpia Milano (2013/14, 2015/16), una Coppa Italia e una Supercoppa (2016); con il Panathinaikos, la Coppa di Grecia (2016/17); con l’Hapoel Jerusalem, il campionato israeliano (2016/17). In Nazionale, invece, ha disputato la Coppa del Mondo nel 2019 e due edizioni Eurobasket, nel 2015 e 2013.

Il punto sulla situazione di Brindisi è stato fatto dal gm Tullio Marino: “Siamo contenti del percorso fatto fin qui – spiega Marino – a metà stagione, abbiamo ottenuto otto vittorie. Noi abbiamo pensato che fosse il momento di migliorare il nostro roster e, così, grazie all’aiuto dei nostri soci, abbiamo ingaggiato due eccellenti giocatori. Innanzitutto, lunedì arriva De Zeeuw, che andrà ad infoltire il reparto lunghi. E poi, in pochissimo tempo, abbiamo tesserato anche Ale (Gentile, ndr), che scenderà in campo già domenica contro Sassari. Appena c’è stata la possibilità, lo abbiamo preso, perchè era un nostro obiettivo da anni. Sono molto contenti che abbia scelto Brindisi”.

Gli fa eco il ds, Simone Giofrè: “Fino ad ora, è stata una stagione positiva per noi – dichiara il direttore sportivo biancazzurro – i due ingaggi, infatti, confermano quanto ci teniamo a fare l’upgrade. Siamo contenti di aver centrato le F8 e speriamo di riuscire ad emulare le nostre comparse in Coppa Italia degli anni scorsi, quando facemmo decisamente bene. Senza nasconderci, dobbiamo dire che la squadra non è mai stata al completo, a causa di vari acciacchi, parte dei quali anche per colpa della Covid”. Poi, l’attenzione si è spostata sull’ingaggio dell’anno: “Per mettere sotto contratto Alessandro (Gentile, ndr) abbiamo avuto tanta pazienza. Tutti ne abbiamo avuta, perchè la situazione con Varese era complessa. Io e Gentile ci siamo incontrati diverse volte a Milano ed abbiamo parlato di questa opportunità. Entrambi siamo stati stimolati e siamo contenti che Gentile sia entrato, nel giro di pochissime ore, a far parte di una squadra che funziona bene, in cui sono tutti protagonisti: lui è senz’altro uno di questi. Gentile e De Zeeuw vengono, dunque, a puntellare il roster. Alessandro già ci sarà contro Sassari, mentre de Zeeuw arriverà lunedì. Visconti? Gentile non sostituisce nessuno, Riccardo (Visconti, ndr) rimane. E’ vero che Varese ci aveva chiesto uno scambio, ma non abbiamo accettato perchè non ci volevamo privare di un giocatore così importante. Però, non abbiamo negato a Varese la possibilità di parlare con Visconti. Ma lui ha scelto Brindisi”. Giofrè ha parlato anche di mercato futuro, o meglio, di un eventuale mercato: “Chi può dire se arriveranno altri giocatori – conclude il ds – ora vogliamo vedere come vanno questi inserimenti. Noi siamo sempre attenti al mercato”.

Dulcis in fundo, le parole del neoacquisto: “Mi fa enorme piacere essere a Brindisi – esordisce Gentile – colgo l’occasione per ringraziare gli artefici di questa trattativa ed il presidente Marino. Non vedo l’ora di cominciare. Vengo qui per mettermi al servizio dell’allenatore e farò il possibile per aiutare la squadra. L’Happy Casa è una società di alto livello ed ha raggiunto traguardi importanti. Questa per me è la prima esperienza in una squadra del Sud Italia e sono contento anche di questo. Il Sud è casa mia; Maddaloni è casa mia. Conosco bene Brindisi ed è una squadra molto fisica. Cercano sempre di non dare punti di riferimento agli avversari. Vitucci? Lo conosco da anni ed ho un ottimo ricordo di lui”. Infatti, è stato proprio il tecnico biancazzurro a lanciare Gentile quando aveva 17 anni, a Treviso. Contro Sassari, Gentile affronterà suo fratello Stefano, in quello che sarà uno scontro in famiglia.