La New Virtus Mesagne del coach brindisino Bray centra la salvezza al primo anno di C Gold Maschile

di Tommaso Lamarina

BRINDISI – Centrato l’obiettivo stagionale della New Virtus Mesagne di coach Bray: Juve Trani battuta ai play-out e salvezza conquistata al primo anno di Serie C Gold. “Nonostante le difficoltà, ci siamo riusciti. Siamo orgogliosi”, ha dichiarato il tecnico brindisino.

C’è grande soddisfazione tra gli ambienti della palla a spicchi mesagnese per l’importante risultato ottenuto. L’ASD New Virtus Mesagne, al suo primo anno di Serie C Gold del campionato di basket maschile, ha conquistato la salvezza, disputando un’ottima stagione, chiusa al 9° posto. La formazione del coach brindisino Tonino Bray è riuscita a qualificarsi ai play-out ed ha battuto la Juve Trani al meglio di tre. Gara 1, in quel di Mesagne (in virtù del miglior piazzamento in classifica), è stata vinta dalla Virtus col punteggio di 68-51. Gara 2, invece, va a Trani, che ha avuto la meglio per 69-64. Ma alla fine l’ha spuntata Mesagne, che in gara 3, in casa, si è imposta 57-54, salvandosi ufficialmente.

“Siamo molto orgogliosi di questo importante risultato – ha dichiarato a PugliaCom24 il coach brindisino dei gialloblu, Tonino Bray – perchè arrivato al termine di una stagione difficile, contrassegnata da costanti assenze, tra infortuni e Covid. Basti pensare che negli ultimi due mesi e mezzo ci siamo allenati con 6-7 giocatori e mai con 10. E di ciò ne abbiamo risentito molto. Però, ci abbiamo creduto ed i ragazzi hanno messo la giusta grinta in campo, centrando l’obiettivo stagionale della società, cioè la salvezza. La volevamo fortemente”. L’esperto tecnico di Brindisi ed il club mesagnese valuteranno prossimamente se continuare insieme anche il prossimo anno. Non poteva mancare una battuta sull’Happy Casa Brindisi, oggi impegnata nella delicata trasferta di Venezia: “E’ chiaramente un momento difficile – ha concluso Bray – anche a causa dei tanti infortuni. Le assenze di Clark, Udom e Adrian sono davvero importanti per Brindisi. Poi, quando si prendono giocatori in corsa, è difficile cercare equilibri. Però, nulla è ancora perduto ovviamente, anche se servono sei punti per conquistare i play-off scudetto. A parte Virtus Bologna, Milano e Brescia, tutti possono vincere con tutti ed è ancora tutto incerto. Intanto, l’Happy Casa deve trovare altri due punti che servono per la matematica salvezza”.

Coach Tonino Bray

Il coach di Brindisi, Tonino Bray, è uno dei massimi esperti di basket. E’ stato allievo di “Big” Elio Pentassuglia ed ha ottenuto il riconoscimento dalla FIP di “Allenatore Benemerito”, nel giugno 2021, dopo aver trascorso 40 anni della sua vita sul parquet. Bray ha iniziato a giocare nel ruolo di play maker uscito dal rigoglioso vivaio della Libertas Brindisi, seguito dal maestro Pentassuglia, dove si è fatto particolarmente apprezzare per le sue notevoli doti tecniche tanto da meritarsi il premio come “Allievo Tecnico” d’Italia alle finale Nazionali di Grosseto nella stagione 1968/69. Ha fatto parte di numerose convocazioni della Nazionale Cadetti, per arrivare poi a giocare in Serie A nel campionato 1973/74, nelle file della Partenope Napoli, in cui ha ritrovato il suo coach Pentassuglia. Poi è tornato all’Assi Brindisi, nelle vesti allenatore del settore giovanile. Ha continuato la carriera di allenatore con la Pallacanestro Brindisi, società che gli affidò l’incarico di curare il settore giovanile, prima di intraprendere la professione di allenatore di squadre senior e tornare in panchina come assistent coach di Elio Pentassuglia, alla guida della prima squadra di basket della città in B/1 con Ifil Brindisi ed in serie B/2. Le tappe della carriera di coach Bray sono state un continuo successo di promozioni nelle categorie superiori ottenute con società importanti come Taranto, (promozione dalla B2 alla serie B); Nardò (dalla D alla C); Potenza (dalla C alla B); Mesagne (dalla D alla C); Martina Franca (finale play off per la promozione in serie B), Bari (dalla C alla B), Mola di Bari (finale di Coppa Italia a Montecatini); Eagles Brindisi (dalla D alla C); Lecce (dalla D alla C). Nel mese di giugno dello scorso anno coach Tonino Bray è stato indicato da un sondaggio indetto da fra esperti  allenatori come il migliore coach della serie C Silver della Puglia, quasi a coronamento dei 40 anni compiuti di vita per il basket.