La mission dell’Assessore Pinto: “Entro 2 anni più campetti nei quartieri per giocare e socializzare”

di Redazione

BRINDISI – Brindisi non è solo il centro cittadino, ma anche i quartieri. L’Assessore Pinto lo sa bene e prova a valorizzare anche le periferie.

“Mi piace condividere la notizia – sostiene l’Assessore allo Sport del Comune di Brindisi, Oreste Pinto – che è in dirittura d’arrivo la progettazione di cinque dei dieci playground che abbiamo previsto di realizzare in tutti i quartieri di Brindisi. La missione è che entro due anni, ogni ragazzo della nostra città abbia un campetto sotto casa per giocare e socializzare”.

Anche gli sport acquatici tra i progetti di Pinto: “Sono contento che la Capitaneria di Porto, dopo il Corridoio di Lancio dell’ex Lido Arena, ne ha autorizzati altri due: quello all’Ex Lido Poste e quello a Cala Materdomini. A breve, quindi, gli appassionati degli sport acquatici avranno tre luoghi pubblici nei quali praticare le attività in modo sicuro e gratuito. Mettendoci la faccia, con le denunce, con il decoro, con il recupero della memoria e con la programmazione di attività gratuite all’aria aperta, abbiamo deciso di non darla vinta a chi continua a far danno a Brindisi, ai suoi cittadini ed anche a se stesso”.

Intanto, questa mattina (13 maggio) il Comune ha allestito un’area florale in memoria di Melissa Bassi, in occasione del decennale della sua morte.