giovedì, Aprile 25, 2024
HomeAttualitàIl surriscaldamento delle acque della Florida: un record mondiale inaspettato mette in...

Il surriscaldamento delle acque della Florida: un record mondiale inaspettato mette in pericolo gli ecosistemi marini

Il surriscaldamento delle acque del sud della Florida ha raggiunto livelli incredibili. Con temperature superiori ai 100°F (circa 37,8 ºC) per diverse ore lunedì, potrebbe essere stato stabilito un nuovo record mondiale. Fin dall’inizio di luglio, le letture si sono mantenute tra i 92°F e i 97°F (circa 33,3°C e 36,1°C), suscitando preoccupazione tra gli esperti e attribuendo questo fenomeno a una stagnazione climatica causata da un sistema di alta pressione, che ha portato a giornate record di temperature nell’aria.

I dati raccolti dalle boe vicine, dispositivi galleggianti progettati per raccogliere e trasmettere dati sulle diverse condizioni ambientali in corpi d’acqua come oceani, mari o laghi, hanno confermato questa tendenza, mostrando misurazioni simili. Murray Key, nelle Florida Keys, ha registrato una temperatura di 99.3°F (circa 37.4°C), mentre Johnson Key ha raggiunto i 98.4°F (circa 36.9°C), evidenziando una preoccupante tendenza nella regione.

L’impatto del caldo estremo prolungato ha generato gravi conseguenze per gli ecosistemi marini, in particolare per le fragili barriere coralline della Florida. Sono state segnalate distruzioni nei rifugi corallini precedentemente ripristinati a causa delle elevate temperature dell’acqua. Inoltre, il riscaldamento ha alterato i modelli degli alisei, indebolendoli e consentendo un ulteriore aumento delle temperature della superficie del mare.

L’aumento delle temperature dell’aria, che si aggira intorno ai 90°F (circa 32°C), insieme a venti leggeri inferiori a 10 mph (circa 16 km/h) e l’abbondante luce solare nelle acque poco profonde, sono state una causa importante di questo fenomeno. Inoltre, l’acqua più scura a causa del sedimentazione ha assorbito più luce solare, contribuendo al riscaldamento dell’acqua.

L’ultima misurazione è stata sorprendente, le temperature hanno superato i 100°F (circa 37,8°C), sfidando il record mondiale non ufficiale della temperatura più alta della superficie del mare, attualmente di 99.7°F (circa 37.6°C) nella baia del Kuwait. Tuttavia, verificare questo nuovo record richiederà tempo a causa della vicinanza alla terraferma e della natura torbida dell’acqua.

Gli effetti a lungo termine di questo riscaldamento dell’acqua sono motivo di grande preoccupazione. Secondo l’Amministrazione Nazionale Oceanica e Atmosferica (NOAA), il riscaldamento degli oceani dal 1991 ha raddoppiato la dimensione dell’onda di calore marino prevista per settembre 2023. Le previsioni sperimentali suggeriscono che entro settembre, il 50% degli oceani globali potrebbe sperimentare condizioni di onda di calore.

I PIU' RECENTI

Most Popular