Il M5S Brindisi si allea anche con l’estrema sinistra: tavolo programmatico con Pd, partiti progressisti, movimenti e civismo

di Redazione

BRINDISI – Iniziano già le manovre in vista delle prossime amministrative nella città di Brindisi. Come era prevedibile, il Movimento 5 Stelle, seguendo il diktat da Roma, passa da “mai alleanze” ad alleanze con tutti, anche con i progressisti. Di seguito, la nota del Partito Democratico di Brindisi.

Il Movimenti 5 Stelle Brindisi – Gruppo Consiliare ha fatto, come mai finora, una scelta di campo chiara e per certi versi, politicamente coraggiosa. Non era una decisione scontata e questa, per tutti i partiti e i movimenti che si riconoscono nel campo progressista e riformista, è una notizia positiva. È chiaro che le diversità di vedute che hanno caratterizzato in questi anni il confronto, a volte anche aspro, non possono essere superate con un comunicato stampa o con le buone intenzioni affidate ad un’intervista. Crediamo che nel centrosinistra, costellato da partiti, movimenti e civismo, sia giunto il momento di superare timidezze e divisioni con azioni concrete aprendo un tavolo programmatico in cui affrontare e approfondire temi e questioni condivise. Insomma un percorso politico che, se affrontato con reale spirito costruttivo senza dietrologie e strategie di parte, può rappresentare una dimostrazione di grande maturità della classe dirigente di tutto il centrosinistra. Non sarà sicuramente facile ma non è impossibile, anzi allo stato risulta necessario. Nel 2022 la città di Brindisi si misurerà con una profonda trasformazione del tessuto cittadino ed in tal senso è grande l’apertura ai contributi finalizzati a migliorare le prospettive di sviluppo. Il Partito Democratico Città di Brindisi è pronto a questa importante sfida.