Happy Casa, subito Bologna per riscattarsi dalla sconfitta in Champions

di T.L. per il Corriere dello Sport

BRINDISI – Archiviata la vincente e convincente trasferta di Casale Monferrato ai danni di Derthona, l’Happy Casa Brindisi è chiamata a riscattarsi, questa volta tra le mura amiche del PalaPentassuglia e, quindi, dinanzi al proprio pubblico, contro la Fortitudo Bologna, dopo il black-out casalingo della scorsa settimana, rimediato in BCL per mano dell’Hapoel.

Oggi (match in programma eccezionalmente questa sera alle ore 20:30. Anticipo legato alle esigente di calendario di Coppa, in quanto l’Happy Casa giocherà già lunedì), le due compagini si contenderanno la posta in palio, seppur con motivazioni differenti: per la squadra di coach Vitucci, ci sarà la concreta possibilità di portarsi a sei punti in classifica e staccare proprio gli emiliani di quattro lunghezze, bissare il successo interno, in campionato, contro Sassari e continuare ad inseguire (e, forse, raggiungere) la coppia che guida per ora il campionato, ossia Olimpia Milano-Virtus Bologna; per la Effe, invece, la gara assumerà un sapore più di rivalsa, visto che, su tre gare, ha ottenuto una sola vittoria. Coach Martino (l’eroe della promozione del 2019) può contare anche sulle pesanti prestazioni sportive del neoacquisto Jabril Durham, già a disposizione per la trasferta di Brindisi, abile nell’attaccare il canestro, mettere in ritmo i compagni ed utilissimo in entrambe le metà campo.

Quello tra Brindisi e Bologna, dunque, sarà un match ostico e dal risultato incerto, sicuramente alla portata dei pugliesi, ma che dovranno prestare la massima attenzione agli esterni, in particolare ad Aradori, vera spina nel fianco per le difese avversarie. L’Happy casa, però, dovrà fare a meno di Raphael Gaspardo (salterà anche il match di Champions League di lunedì contro l’Hapoel), il quale ha rimediato una distorsione alla caviglia, procuratasi in allenamento. Un brutta tegola per Vitucci, che dovrà rinunciare ad uno degli uomini più in forma del momento e rivedere l’assetto tattico dei ragazzi sul parquet. Sì, perché se contro Derthona aveva trovato un preciso equilibrio con l’inserimento del ritrovato Chappel, ora il coach brindisino sarà costretto ridisegnare il quintetto di partenza e colmare l’assenza di Gaspardo. Potrebbero essere due le soluzioni: o chiamare in causa Udom, anch’egli apparso in forma smagliante nelle precedenti uscite, o scegliere Redivo come guardia, con Zanelli e Perkins in cabina di regia.

Insomma, l’allenatore più vincente della storia della New Basket Brindisi, non si farà certamente cogliere impreparato dinanzi al forfait di Gaspardo e saprà trovare il modo di mettere in difficoltà gli avversari e regalare ai tifosi un’altra perla, per poi affrontare la sfida di BCL con la massima serenità. Certamente, il roster del patron Marino andrà rimpinguato con altri innesti, proprio per fronteggiare i tanti impegni che costringono i biancazzurri a giocare ogni tre giorni. Ad oggi, Virucci ha poche scelte in panchina. Infelici, fino a questo momento, le scelte di Clark, arrivato già infortunato, Carter ed Ulaneo, dei quali non si conoscono ancora le reali capacità di gioco.

A dirigere l’incontro, sarà il 1° arbitro Tolga Ozge Sahin di Messina, coadiuvato da Denis Quarta di Torino e Marco Pierantozzi di Ascoli Piceno.