Donazioni del sangue: pronto il programma annuale sedute per garantire l’autosufficienza nel foggiano

di Redazione

FOGGIA – La ASL Foggia, il Policlinico Riuniti di Foggia, l’IRCCS “Casa Sollievo della Sofferenza” di San Giovanni Rotondo, insieme all’Avis provinciale, alla Fidas Daunia, alla Fratres Foggia e all’Associazione microcitemici di Capitanata, hanno condiviso e sottoscritto il piano delle sedute di donazione del sangue per l’intero anno 2022.

Un programma dettagliato che è stato elaborato in base all’analisi delle necessità registrate negli scorsi anni in provincia di Foggia, in modo da garantire l’autosufficienza di sangue ed emoderivati.

Il calendario prevede 414 sedute distribuite su tutto il territorio provinciale per una media di 34 al mese, con la possibilità di sedute aggiuntive in caso di ulteriori necessità.

Un lavoro di gruppo, coordinato dalle Direzioni sanitarie della ASL Foggia, del Policlinico e dell’IRCCS, a favore della comunità per garantire a tutti i cittadini la costante e pronta disponibilità di sangue ed emocomponenti.

Grande apprezzamento è stato manifestato dalle associazioni per il lavoro di coordinamento posto in essere.

“Il sangue, come è ben noto – dichiara il Direttore generale della ASL Foggia Vito Piazzolla – è fondamentale in tantissime situazioni. Raggiungere l’autosufficienza è, quindi, un interesse comunitario e nazionale ed è uno tra gli obiettivi prioritari delle Regioni e delle Aziende Sanitarie.

Invito tutti a donare il sangue. Si tratta di un atto etico, utile alla collettività perché permette di salvare vite umane. È un gesto di civiltà e, allo stesso tempo, un modo per prendersi cura di se stessi e di tenere sotto controllo il proprio stato di salute”.