mercoledì, Giugno 19, 2024
HomeAttualitàCiao Darwin è tornato: un viaggio nel passato che tanto desideravamo! Ecco...

Ciao Darwin è tornato: un viaggio nel passato che tanto desideravamo! Ecco perché ne avevamo bisogno!

Ciao Darwin è finalmente tornato e sembra che il sottotitolo del programma, “Giovanni 8,7”, abbia una dichiarazione d’intenti molto chiara. I protagonisti che abbiamo visto sembrano rispecchiare pienamente il celebre versetto biblico: “Chi è senza peccato scagli la prima pietra”. Ma, nonostante l’entusiasmo dei fan più affezionati che potrebbero considerare questo un piacevole tuffo nei ricordi, dobbiamo chiederci se nel 2023 sia necessario un rinfresco e una revisione di Ciao Darwin, soprattutto quando si tratta di esplorare gli aspetti più bassi dell’essere umano.

Un tuffo nel passato con Ciao Darwin

La settima stagione di Ciao Darwin è finalmente iniziata e con essa il tanto atteso ritorno di Paolo Bonolis come conduttore. Bonolis dimostra ancora una volta di essere il padrone di casa per eccellenza, con il suo linguaggio tagliente e la sua impazienza verso le performance imbarazzanti dei partecipanti. Nonostante siano loro l’essenza del programma, Bonolis non riesce a nascondere il suo disgusto di fronte alle loro pietose esibizioni.

Fin dal suo ingresso trionfale in studio, il vivace conduttore lancia la sua prima pesantissima pietra: “Italiani! Scagliatori di pietre. Paese di Madonne che piangono e di uomini che piangono per le Madonne che c’ha”. Le sue parole feroci fanno ridere il pubblico e creano l’atmosfera irriverente e spregiudicata che contraddistingue il programma.

Grazie alla presenza di Bonolis, il ritmo del programma è serrato e i tormentoni più amati tornano a far vibrare il pubblico. Nonostante le sue parole siano talvolta veloci come multe per eccesso di velocità, Bonolis riesce a essere il nostro occhio privilegiato sui fallimenti e le debolezze del campione umano che attraversa il suo regno. Questa volta, il regno è diviso tra Angeli e Demoni, e il conduttore si trova a volte disgustato, altre volte amareggiato e infine stupito di fronte a qualche raro barlume di speranza.

Angeli vs Demoni: il confronto che infiamma il reality

Gli animi si scaldano e le parole volano, mentre Elena Santarelli, atleta di punta degli Angeli, prende la parola cercando di difendere il suo team. Ma non ha fatto i conti con un’imprevista trasformazione della concorrente posseduta dai demoni Astarot e Asmodeo, che si è improvvisamente trasformato nella figura del famoso conduttore Amadeus. Grazie all’intervento tempestivo di Bonolis, la situazione è stata calmata, ma la provocatoria osservazione dei demoni ha lasciato tutti senza parole: “Prima accetterete di avere un lato oscuro e prima sarete meno ipocriti”. Un duro colpo per gli Angeli.

Ma la rivalità tra Angeli e Demoni non si limita solo alle controversie verbali, si fa strada anche nelle sfide e nei giochi del programma. La prima sfida, il genodrome, non è stata all’altezza delle aspettative. Nonostante le promesse di novità fatte da Bonolis, tutto sembra rimasto esattamente come l’anno scorso, a parte la rimozione del gioco dei rulli che in passato ha causato gravi incidenti. Ma la vera attrazione è stata la macchina del tempo, che ha portato alla luce i momenti più iconici e trash di tutta la storia del programma. Madre Natura ha fatto chiamare a rapporto Giuseppe, il sostenitore della verginità, per un confronto accalorato con un famoso content creator del mondo del porno. Un mix esplosivo che ha scatenato polemiche e discussioni senza fine. Ma l’ultima prova di coraggio, che avrebbe dovuto simulare una fuga da Alcatraz, ha deluso le aspettative di tutti. L’adrenalina non è riuscita a salire come previsto e il colpo di scena tanto atteso è rimasto solo un’illusione.

I PIU' RECENTI

Most Popular