Brindisi FC, Di Costanzo: “Continuiamo a fare prestazioni importanti. Recuperiamo gli acciaccati”

di Tommaso Lamarina

BRINDISI – Archiviata la tanto attesa prima vittoria stagionale, arrivata in casa della Casertana domenica scorsa, è già tempo di pensare alla prossima sfida, in programma domani (8 dicembre) presso lo stadio comunale di Mesagne. Il Franco Fanuzzi è ancora inagibile a causa dei lavori relativi al manto erboso.

E’, come sempre, mister Nello Di Costanzo a presentare il prossimo match di campionato, davvero ostico per i biancazzurri: “Domenica alcuni giocatori hanno accusato  qualche problemino fisico, ma confidiamo molto nello staff medico che sta cercando di recuperare tutti; il dottor Gresi e il fisioterapista D’Aprile stanno lavorando alacremente in tal senso. Le insidie della prossima partita? Le conosciamo bene: il Nardó viene da tre sconfitte consecutive immeritate, e quindi ci troveremo di fronte una squadra che vorrà continuare a fare prestazioni importanti come le sta facendo negli ultimi tempi. Vorranno fare risultato perché stanno perdendo terreno, quindi dovremo mantenere l’umiltà che ci ha caratterizzato negli ultimi tempi, perché non dobbiamo montarci la testa dopo un risultato straordinario, possiamo dirlo, contro una squadra che deve vincere il campionato. Sappiamo che siamo ancora molto indietro, quindi manteniamo la nostra umiltà altrimenti diventa difficile. Il ritorno dei tifosi? La squadra avrà dei benefici con la presenza dei tifosi, perché anche a Caserta è venuto un bel gruppo di supporters che ci ha incitato dall’inizio alla fine; non è un luogo comune, sono davvero il dodicesimo uomo in campo. La tifoseria  brindisina è molto calda, anche nei momenti particolarmente difficili non ha fatto mancare il supporto e quindi senz’altro darà una carica ai ragazzi di cui avranno bisogno, perché essendo poi un derby ed essendoci fame di punti da una parte e dall’altra, sarà molto intenso”.

La sfida tra Brindisi e Nardò si giocherà a porte aperte, contrariamente alle voci di corridoio asserenti che il match si sarebbe giocato, invece, a porte chiuse. La Prefettura di Brindisi ha disposto la vendita dei biglietti ai soli residenti della provincia messapica. Nel corso nella riunione di coordinamento interforze di ieri (6 dicembre), tenutasi in modalità videoconferenza in Prefettura, sono stati esaminati i profili di rischio dell’incontro di calcio, valevole per la quindicesima giornata del girone “H” del campionato di serie D, tra SSD Brindisi FC ed AC Nardò, in programma domani (8 dicembre, ore 14:30) allo stadio comunale di Mesagne. All’esito della riunione, in considerazione della storica rivalità tra le opposte fazioni ultras, concretizzatasi, nel recente passato, anche in episodi di violenza, e valutate le caratteristiche della location della competizione sportiva, il Prefetto di Brindisi ha disposto la vendita dei tagliandi di ingresso allo stadio per i soli residenti nella provincia di Brindisi, al fine di garantire la tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica. Si giocherà a Mesagne perchè lo stadio Fanuzzi è ancora inagibile per via del lavori del manto erboso. Lavori che proseguono a rilento per via delle avverse condizioni meteo degli ultimi giorni. Il club biancazzurro punta al secondo successo stagione, dopo l’inaspettata vittoria esterna contro la Casertana.