Brindisi all’esame Mariglianese, Di Costanzo: “Recuperati gli infortunati. Avversari vera rivelazione”

di Tommaso Lamarina

BRINDISI – Ritorna in campo il Brindisi di mister Di Costanzo, dopo lo stop forzato di domenica scorsa, quando il Cerignola ha chiesto il rinvio della partita per otto tesserati del gruppo squadra positivi al Covid (da decidere quando verrà recuperata). Calcherà nuovamente l’erba domani (22 dicembre) alle ore 14:00, sul Santa Maria Delle Grazie, campo della campana Mariglianese.

Il Brindisi ha un’unica missione: vincere per chiudere con un po’ più di relax il pessimo 2021. I biancazzurri, nel mese di dicembre, hanno vinto solo nella trasferta contro la Casertana (l’unica vittoria), poi un pareggio casalingo contro il Nardò e la sberla di Lavello per 3-1. La classifica, dunque, non sorride certamente alla compagine adriatica, che occupa l’ultima posizione nella classifica del Girone H di Serie D, a pari punti col Matino, frutto di una sola vittoria, cinque pareggi e ben dieci sconfitte.

Di Costanzo sta cercando in tutti i modi di trovare la quadra, ma risulta difficile se sul terreno di gioco non c’è alcun giocatore capace, per caratteristiche tecniche, di prendere in mano il centrocampo e dettare tempi. Ancora più difficile è farlo senza avere un centravanti di riferimento, capace di buttarla dentro. Ciò che manca al Brindisi è, infatti, è costruire gioco e finalizzare le azioni, essendo una squadra che crea davvero pochissime occasioni da rete.

La sfida di domani sarà ostica per il Brindisi, in quanto la Mariglianese sta disputando un buon campionato, forte dei suoi 24 punti in classifica, con sette vittorie, tre pareggi e sette sconfitte, a sei punti dalla capolista Fasano.

Intanto, il Brindisi, nelle scorse ore ha ufficializzato l’ingaggio di quattro giocatori.  Dal Nardó, Simone Morleo, centrocampista, classe 2002, cresciuto nelle giovanili della Fiorentina ed ha militato nel’lU19 del Lecce prima e tra le fila del Francavilla in Sinni poi; Andrea Manca, centrocampista, classe 2003, proveniente dalla Primavera della Ternana; Rodolfo Periale, attaccante argentino, classe 95, cresciuto calcisticamente nello Sportivo La Consulta e che ha vestito le maglie di Deportivo Monte Caesero, Atetlico Club San Martin e Andes Talleres Sport Club. E’ fatta anche per Nicola Semeraro, difensore, classe 2002, ex Francavilla in Sinni e Vastogirardi. E’ cresciuto nel settore giovanile del Lecce. E’ stato capitano della Berretti, prima del trasferimento al Francavilla in Sinni, in cui ha disputato 16 partite.

Le dichiarazioni di Nello Di Costanzo

“La squadra sta bene, abbiamo recuperato anche qualche giocatore che negli ultimi tempi era infortunato, quindi siamo pronti. La società sta cercando di rinforzare la rosa, integrandola con qualche giocatore sia giovane che esperto; vedremo se utilizzare qualcuno dei nuovi già domani. C’è rammarico per non aver giocato in casa l’ultima partita dell’anno, perchè in realtà avevamo giocato già tre partite lontano dal Fanuzzi. Il terreno di gioco adesso è  sufficientemente praticabile, ci avrebbe fatto piacere giocare contro il Cerignola l’ultimo match del 2021 davanti ai nostri tifosi. Aspettiamo i nostri supporters il 9 gennaio per il match contro il Matino. La Mariglianese è un po’ la squadra sorpresa di questa stagione, negli ultimi tempi sta facendo dei grossi risultati; oltre che vincere con la Casertana, domenica è andata a vincere in casa della Nocerina che annovera giocatori importanti, quindi ci aspettiamo di incontrare una formazione ispirata che sta proseguendo a ritmo sostenuto verso la salvezza. Oggettivamente in questo momento può ambire a qualcosa in più, ha dei giocatori molto bravi, ma noi siamo pronti ad affrontarla perchè per noi una squadra vale l’altra e cercheremo di mettercela tutta per fare un grande risultato. Dal 2022 ci aspettiamo risultati congrui con le prestazioni che la squadra ha offerto negli ultimi tempi; è un percorso che stiamo effettuando, che già adesso avrebbe dovuto coincidere con migliori risultati, comunque abbiamo fatto diversi punti che ci fanno ben sperare. La salvezza sarebbe un bellissimo regalo per noi, il club ed i nostri tifosi”.