domenica, Maggio 26, 2024
HomeCronacaAttentato ad Annecy: 4 bambini sono stati accoltellati al parco giochi!

Attentato ad Annecy: 4 bambini sono stati accoltellati al parco giochi!

Un terribile attentato ad Annecy ha sconvolto il cuore della città: 4 bambini sono stati accoltellati al parco giochi e si trovano in ospedale in gravissime condizioni.

Il feroce aguzzino, un individuo di 32 anni proveniente dalla Siria, è stato finalmente acciuffato dalle forze dell’ordine. L’uomo aveva presentato una richiesta d’asilo in Francia lo scorso novembre, ma pochi giorni fa è stata respinta dalle autorità competenti.

La condizione dei bambini accoltellati

In una tragica giornata che ha scosso la tranquilla cittadina di Annecy, quattro bambini sono stati feriti in un violento attacco. Le condizioni di tutti e quattro i piccoli sono state descritte come “molto gravi” durante una conferenza stampa tenuta dalla procuratrice Line Bonet-Mathis, nel cuore dell’Alta Savoia francese.

La situazione è così critica che due dei bambini sono stati trasferiti in centri medici specializzati. Uno di loro è stato portato a Ginevra, mentre l’altro è stato inviato a Grenoble. La prognosi per entrambi è ancora incerta, lasciando i medici e le famiglie nell’angoscia dell’attesa.

Secondo quanto riportato dalla procuratrice Bonet-Mathis, tra i feriti ci sono un fratello e una sorella di soli 2 e 3 anni, un bambino olandese di 22 mesi e una bambina inglese di 3 anni. Sfortunatamente, si trovavano ad Annecy per una vacanza turistica, ignari di ciò che li attendeva.

L’attacco è avvenuto alle 9:45 del mattino in un tranquillo parco giochi all’interno di un giardino. Un individuo armato di coltello ha colpito i bambini senza pietà, lasciando una scia di terrore dietro di sé. Alcune fonti anonime hanno rivelato che l’aggressore avrebbe gridato “in nome di Gesù Cristo” mentre compiva l’atto aberrante, suscitando ulteriori interrogativi sul suo stato mentale e le motivazioni dietro tale violenza senza senso.

Le autorità locali hanno subito avviato un’indagine approfondita per individuare l’attentatore e capire le ragioni che hanno scatenato un simile episodio di violenza. Nel frattempo, la comunità di Annecy si è unita nel cordoglio e nella preghiera per i bambini feriti e le loro famiglie, nella speranza che possano trovare la forza necessaria per affrontare questa terribile tragedia.

Attentato ad Annecy: chi è l’aggressore

Un orribile attentato ad Annecy ha sconvolto la bellissima cittadina, per fortuna, però le forze dell’ordine hanno subito identificato l’attentatore: Abdalmasih H., un immigrato entrato legalmente in Francia. Il criminale, ora ricoverato in ospedale, è stato colpito dalla polizia durante l’operazione di arresto.

La tragica vicenda vede coinvolto un individuo di 32 anni, che aveva presentato una richiesta di asilo nel novembre scorso. Le autorità di polizia, citate da Bfmtv, hanno rivelato che l’attentatore aveva recentemente ottenuto lo status di rifugiato in Svezia, nel mese di aprile.

L’indagine su questo attacco sconcertante è stata affidata alla competenza della polizia giudiziaria, che sta lavorando senza sosta per far luce su questo grave episodio di violenza.

Cosa emerge dalle testimonianze

In un orrore senza precedenti, emergono i resoconti dei testimoni dell’attentato ad Annecy, che descrivono una scena agghiacciante. Secondo le prime testimonianze riportate dal giornale Le Parisien, l’uomo responsabile dell’attacco ha iniziato con strani movimenti, poi ha iniziato a urlare mentre si dirigeva verso i passeggini. Ha preso un coltello e ha infierito ripetutamente sui bambini presenti, secondo il racconto di Ferdinand, uno dei testimoni oculari.

Un altro testimone, Anthony, ha riferito di aver visto “dei bambini e una madre a terra”. Ha aggiunto che quando l’attentatore ha notato di essere circondato dalla polizia, si è avvicinato a una coppia e ha attaccato direttamente un nonno, che si trovava lì con sua moglie, pugnalandolo con il coltello.

Testimoni intervistati dai giornalisti di BFM TV hanno riferito che l’attentatore, mentre si scagliava contro i bambini, gridava “in nome di Gesù”. Allo stesso tempo, l’aggressore brandiva una medaglia che portava al collo, forse un crocifisso, che è stato successivamente ritrovato al momento dell’arresto.

Si tratta di terrorismo? Le parole di Macron sull’attentato ad Annecy

In una conferenza stampa tenuta sulle rive del lago di Annecy, trasmessa in diretta televisiva, la procuratrice ha dichiarato che al momento non si dispone di prove di un movente terroristico nell’attentato di Annecy.

Il presidente francese Emmanuel Macron ha espresso il suo sostegno alle vittime e alle loro famiglie attraverso un tweet, sottolineando l’orrore di questo accoltellamento avvenuto in Alta Savoia, che ha causato il ferimento di 9 persone, otto delle quali sono bambini piccoli.

Anche il cancelliere tedesco Olaf Scholz ha utilizzato Twitter per esprimere solidarietà alle vittime, alle loro famiglie e a tutto il popolo francese. Ha condannato questo atto disumano e spregevole avvenuto ad Annecy, che ha colpito anche un bambino tedesco.

Il vicepresidente del Consiglio e ministro degli Esteri italiano, Antonio Tajani, ha manifestato la sua partecipazione al dolore delle famiglie delle vittime di questo brutale attacco ad Annecy. Attraverso un tweet, ha espresso solidarietà alla Francia a nome del governo italiano e ha sottolineato l’importanza di una ferma risposta di fronte a tanta violenza.

I PIU' RECENTI

Most Popular