Arriva la nuova TAC al Perrino di Brindisi: entrerà in funzione nei primi mesi del 2022

di Redazione

BRINDISI – Prosegue il percorso di ammodernamento del parco tecnologico della Asl di Brindisi. Dopo l’angiografo biplano e la risonanza magnetica, entrambe apparecchiature di ultimissima generazione, è stata consegnata la nuova Tac 256 strati Ge Healthcare che entrerà in funzione nella Radiologia dell’ospedale Perrino.

Eluisa Muscogiuri, direttore dell’Unità operativa di Diagnostica per immagini, sottolinea che “il completamento della sostituzione di parte delle grandi macchine per la Radiologia, a cui sta seguendo il rinnovamento delle apparecchiature di radiologia tradizionale, rappresenta un passo significativo per alzare il livello qualitativo, ma anche quantitativo, delle prestazioni. Un risultato raggiunto grazie alla lungimiranza della direzione strategica che ha messo in cima alla lista delle priorità, fra le altre, proprio questo punto”.

Il nuovo macchinario, del costo di poco meno di due milioni di euro, sarà installato in un ambiente adatto ad accogliere al meglio gli utenti e garantirà prestazioni di elevatissima qualità grazie alla tecnologia basata sull’intelligenza artificiale delle reti neurali che consente di ottenere immagini a 256 strati ad altissima definizione. Muscogiuri precisa che “questa, una volta assemblata, sarà una delle Tac maggiormente performanti. Speriamo che possa diventare operativa dai primi giorni di febbraio del 2022. Questo è un momento di felicità e di orgoglio poiché l’arrivo della nuova Tac sancisce il raggiungimento di quello che era un obiettivo della direzione strategica: completare entro la fine del 2021 la sostituzione delle grandi macchine. Le apparecchiature ormai obsolete andavano necessariamente sostituite. Questo garantirà un abbattimento delle liste d’attesa con una migliore e più efficiente gestione delle prestazioni, un maggiore comfort lavorativo per noi operatori e un servizio di alto livello per gli utenti interni ed esterni”.

Fotogallery