Aggredisce, minaccia e “sputa” i poliziotti: arrestato 28enne rumeno

di Redazione

MESAGNE – Nella giornata di ieri (30 gennaio) il personale della Squadra Volante del Commissariato di Mesagne, durante il servizio di controllo del territorio, ha tratto in arresto in flagranza del reato di violenza, resistenza e minacce a Pubblico Ufficiale un rumeno di circa 28 anni in stato di agitazione e alterazione psicofisica, causata dall’evidente abuso di sostanze alcoliche.

Nello specifico, nella mattinata di ieri 30 gennaio, gli operatori della Squadra Volante hanno provveduto a controllare una persona che con fare sospetto si aggirava tra le abitazioni di una zona centrale di Mesagne. All’atto del controllo, l’uomo si è rifiutato di fornire le proprie generalità iniziando a minacciare e aggredire con violenza gli operatori di polizia, tant’è che questi ultimi per riuscire a contenere l’aggressività del soggetto in stato di agitazione, hanno utilizzato l’Oleoresin Capsicum (spray irritante) in dotazione al personale della Squadra Volante della Polizia di Stato, strumento irritante oculare con effetti reversibili che arricchisce il ventaglio delle dotazioni in uso alle forze di polizia e che rappresenta una valida alternativa alla coazione fisica nei casi di soggetti in stato di alterazione psicofisica.

Infatti proprio grazie all’utilizzo di questo strumento di dissuasione e autotutela sono riusciti a bloccare il ragazzo e a trarlo in stato di arresto con la successiva liberazione in ottemperanza a quanto previsto dall’art. 121 norme di attuazione del codice penale. Peraltro, durante tutto l’evento, il 28enne si è rifiutato di indossare i dispositivi di protezione delle vie aeree e “sputava” ripetutamente in direzione del personale operante. Quindi, all’uomo gli è stata contestata anche la sanzione amministrativa prevista del Decreto per il contenimento della diffusione della pandemia da Covid-19.